FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA - Corso di laurea: BENI ARCHEOLOGICI E STORICO-ARTISTICI

Ordinamento Laurea Magistrale
Classe LM-2 Classe delle lauree magistrali in Archeologia e LM-89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell'arte
Accesso Non sono previsti test di ingresso
Durata 2 anni
Frequenza Non obbligatoria, ma vivamente consigliata, in particolare per le attività laboratoriali.
Curricula Il Corso di Laurea Magistrale Beni archeologici e storico-artistici offre la possibilità di orientare l’approfondimento verso due classi: Archeologia (LM 2) e Storia dell'arte (LM 89), nei termini di una scelta che lo studente dovrà segnalare all’atto dell’iscrizione.
Piano didattico/Elenco insegnamenti
Modalità erogazione didattica Convenzionale
Organizzazione didattica Semestre
Titolo rilasciato Laurea Magistrale in Beni archeologici e storico-artistici
Utenza sostenibile 100
Max numero crediti riconoscibili 40
Sede Campus Universitario via Dei Vestini - Chieti Scalo
Presidente corso di laurea Fabio Benzi
Date utili Consultare il Bando Generale D'Ateneo alla pagina:
http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pageLabel=Bandi_didatticaFirstPage_v2
Costi Come da Bando Generale d'Ateneo
Sito del corso http://www.unich.it
Il Corso di Laurea Magistrale ha come compito fondamentale quello di formare personale intellettuale altamente qualificato nell'ambito della ricerca, della conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico e storico-artistico, in grado di essere proficuamente impiegato nello studio, nella catalogazione e nell'elaborazione delle informazioni nel campo della gestione dei Beni Culturali, grazie ad una solida preparazione di taglio specialistico, assicurata dal corso di studi. Gli insegnamenti sono focalizzati sulle discipline legate all'archeologia e alla storia dell'arte, intese nell'accezione più ampia per ciò che riguarda tecniche e settori di produzione, dall'età antica a quella contemporanea, con ampie aperture verso l'arte dei paesi europei ed extraeuropei. Le discipline di tipo storico-critico e metodologico di ricerca costituiscono la base formativa del laureato, mettendolo in grado, al termine degli studi, di svolgere ricerche di alta specializzazione e di intervenire in autonomia nel dibattito critico. Il Corso si prefigge, inoltre, di fornire un'adeguata formazione per accedere ai Dottorati di ricerca ed alle diverse Scuole di Specializzazione, cercando di fornire gli strumenti necessari per accedere a tali corsi post-laurea. D'altronde la frequenza ed il Diploma delle Scuole di Specializzazione e/o i Dottorati, costituiscono un'acquisizione indispensabile per accedere alla carriera direttiva delle Soprintendenze Archeologiche, degli Istituti ed Enti pubblici e privati di Ricerca e alla carriera di ricerca e docenza in ambito Universitario. A tal fine la LM offre la possibilità di approfondimento delle diverse tematiche secondo due percorsi "Archeologia" e "Storia dell'arte" (corrispondenti rispettivamente alle due classi LM2 e LM89), con una possibilità di scelta che lo studente dovrà manifestare al momento dell'iscrizione. In entrambi i curricula saranno integrate forme di didattica tradizionale, con seminari, tirocini,attività sul campo.
Potranno accedere alla Laurea Magistrale coloro che sono in possesso di Lauree Triennali in Beni Culturali (classe L-1). Potranno inoltre accedere alla Laurea Magistrale i laureati con il vecchio ordinamento, anche provenienti da altre facoltà, nonché i laureati in Lettere e Storia con nuovo ordinamento previa attenta valutazione del curriculum del candidato al fine di accertarne conoscenze e competenze. Sono comunque richiesti almeno 60 CFU complessivi nei settori scientifici-disciplinari previsti nella laurea magistrale, di cui almeno 40 nelle attività caratterizzanti.
I laureati potranno svolgere funzioni di elevata responsabilità nei seguenti ambiti professionali:
- istituzioni preposte allo studio, tutela e conservazione dei Beni Culturali, tra cui: Ministero per i Beni e le Attività culturali; Ministero degli Affari Esteri; Soprintendenze Archeologiche e ai Beni Architettonici, Artistici ed Ambientali, Musei, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Istituto Centrale per il Restauro, Parchi Archeologici Nazionali e regionali, Enti internazionali di Valorizzazione e tutela del patrimonio culturale (UNESCO, Unione Europea), enti locali, quali regioni, province e comuni;
- organismi, enti ed istituzioni di studio e di ricerca, pubblici e privati, quali Università, Dipartimenti, Istituti di Ricerca (CNR, ENEA), Centri di Studio pubblici e privati, Enti locali;
- attività di libero professionista e collaborazione nella gestione di cantieri di scavo, restauro, valorizzazione di Beni Culturali, catalogazione del patrimonio culturale;
- attività nel campo dell'editoria specialistica;
- organizzazione ed allestimento di mostre;
- organizzazione e fruizione di aree archeologiche, parchi culturali, musei in situ, mostre permanenti;
- didattica dell'archeologia, del territorio e dell'organizzazione museale.
La prova finale consiste nell'elaborazione e nella discussione di una tesi di laurea in cui il candidato deve essere in grado di esprimere contenuti di ricerca originali, dando prova di conoscere e saper applicare i più avanzati metodi della ricerca scientifica di settore. La stesura dell'elaborato sarà seguita da un docente supervisore e dovrà vertere su uno dei settori scientifico disciplinari caratterizzanti il curriculum seguito.
I tirocini consistono in attività da svolgere presso enti e istituzioni di tutela, conservazione e promozione dei Beni culturali, convenzionati con l’Ateneo, il cui elenco è disponibile on-line. I crediti per tirocini potranno essere conseguiti anche con la partecipazione a laboratori, seminari, convegni, giornate di studio organizzati dalla Facoltà o dai docenti del corso di laurea. Qualsiasi altro tipo di attività deve essere preventivamente autorizzata dal Consiglio di corso di Laurea.
Parere parti sociali -
Nominativi docenti di riferimento Aurigemma Maria Giulia (L-ART/02), Iaculli Gabriele (L-ANT/07), Tomei Alessandro (L-ART/01)
Nominativi tutor SOMMA Maria Carla, LA SALVIA Vasco, TORLONTANO Rossana
Altre attività formative -seminario-laboratorio di ceramica in archeologia (2 CFU);
-laboratorio di fotografia in archeologia (2 CFU);
-laboratorio di ceramica medievale (2 CFU);
-laboratorio di museologia in archeologia e didattica del museo e del territorio (3 CFU).
Organizzazione Per il Corso di Laurea Magistrale in Beni archeologici e storico-artistici le funzioni del Presidente e del Consiglio sono svolte dal Presidente e dal Consiglio del Corso di Laurea in Beni culturali, non avendo il Corso di Laurea Magistrale propri organi, ma unicamente docenti di riferimento, nelle persone dei proff. Maria Giulia Aurigemma, Alessandro Tomei e Gabriele Iaculli.
Servizi I servizi agli studenti sono erogati dall'Azienda per il Diritto allo Studio Universitario (www.adsuch.it)
Nominativi studenti Sara Gobeo, Roberta De Quarto
Sintesi questionario laureandi Archeologia e cultura del mondo antico e medievale:
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104040100002

Storia dell'arte: metodologia, gestione e conservazione del patrimonio storico-artistico:
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104049400001
Sintesi questionario studenti La sintesi dei risultati per l'anno 2009/2010 prodotta dal Comitato d'Ateneo per la Qualità della Didattica è consultabile al link
http://s3grt.unich.it/index.php?vista=anno
Percentuale laureati Archeologia e cultura del mondo antico e medievale:
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104040100002

Storia dell'arte: metodologia, gestione e conservazione del patrimonio storico-artistico:
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104049400001