FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Corso di laurea: LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE

Ordinamento Laurea specialistica
Classe SNT_SPEC/1 Classe delle lauree specialistiche nelle scienze infermieristiche e ostetriche
Accesso Possono essere ammessi al Corso di Laurea specialistica i candidati che siano in possesso: - del diploma di scuola media superiore o di titolo estero equipollente, ai sensi dell’art. 6, comma 2 del D. M. 3/11/99, n. 509 (Regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei); - della laurea in Infermieristica o del Diploma Universitario Infermiere, della laurea in Ostetricia
o del Diploma Universitario di Ostetrica/o, laurea in Infermieristica pediatrica o del Diploma Universitario Infermiere pediatrico, o altri titoli equipollenti ai sensi del D.M. 27/7/2000 e sue successive modificazioni e/o integrazioni; Ai sensi della vigente normativa, il Consiglio di Corso di Laurea Specialistica e il Consiglio di Facoltà, per le rispettive competenze, indicano alla Regione ed al MIUR, nei tempi dovuti, il numero massimo degli studenti iscrivibili sulla base del potenziale didattico e delle infrastrutture disponibili. Il numero programmato di accessi al primo anno di corso è definito ai sensi della Legge n. 264 del 2.8.99 (Norme in materia di accesso ai corsi universitari) e successive modifiche. L’ammissione al corso avviene previo superamento di una selezione secondo modalità e contenuti definiti da specifico decreto ministeriale. Posti da bando 30 +2+1,presenti al concorso 239
Durata 2 anni
Frequenza
Curricula percorso formativo unico
Piano didattico/Elenco insegnamenti
Modalità erogazione didattica Convenzionale
Organizzazione didattica Semestre
Titolo rilasciato laurea magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche
Utenza sostenibile 35
Max numero crediti riconoscibili Ai sensi dell’1, lettera 1) del D.M. 3 novembre 1999, n. 509 (Regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei), il credito formativo universitario (CFU) è la misura del volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto allo studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l’acquisizione di conoscenze ed abilità formative previste dall’ordinamento didattico del Corso di Laurea. b. Ai sensi dell’allegato 1 del D.M. 2 aprile 2001 (Determinazione delle classi delle lauree specialistiche dell’area sanitaria), il Corso di Laurea Specialistica prevede 120 CFU complessivi, articolati su due anni di Corso. Ad un CFU corrispondono n. 25 ore di lavoro. La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari è convenzionalmente fissato in 60 crediti, equivalenti a n. 1500 ore. c. I crediti sono acquisiti dallo studente con: • nel caso di corsi integrati, con il superamento del relativo esame. Rispetto all’obsolescenza dei crediti, il presente regolamento è in accordo con l’art.9 del Regolamento di Ateneo
Sede campus universitario di Chieti,via dei vestini 31
Presidente corso di laurea Prof Andrea Mezzetti
Date utili Come indicato nell' Avviso Ministeriale del 6 aprile 2010, la prova di ammissione al corso di laurea , è programmata a livello nazionale per il mese di ottobre 2010. Nei bandi sono indicati sia le modalità e i tempi per l'effettuazione della preiscrizione alle prove di ammissione, sia le modalità e i tempi per l'iscrizione ai corsi dei candidati che risulteranno idonei.
Costi
Sito del corso http://www.medicina.unich.it
Le competenze dei laureati specialisti in Scienze Infermieristiche comprendono:
Rilevare e valutare criticamente l’evoluzione dei bisogni dell’assistenza pertinenti alla specifica figura professionale, anche nelle connotazioni legate al genere, ove richieste;
Progettare ed intervenire operativamente in ordine ai problemi assistenziali e organizzativi complessi;
Programmare, gestire e valutare i servizi assistenziali nell’ottica del miglioramento della qualità (pianificazione, organizzazione, direzione, controllo);Supervisionare l’assistenza pertinente alla specifica figura professionale e svolgere azioni di consulenza professionale;Applicare e valutare l’impatto di differenti modelli teorici nell’operatività dell’assistenza;Progettare, realizzare e valutare interventi formativi;Sviluppare le capacità di insegnamento per la specifica figura professionale nell’ambito delle attività tutoriali e di coordinamento del tirocinio nella formazione di base, complementare e permanente;Utilizzare i metodi e gli strumenti della ricerca, pertinenti alla figura professionale, nelle aree clinico-assistenziali, nell’organizzazione e nella formazione;
Analizzare criticamente gli aspetti etici correlati all’assistenza e a problemi multiprofessionali e multiculturali.I laureati,secondo quanto previsto dal D.M. Ministero della Sanità 14 settembre 1994, n. 739 e successive modificazioni ed integrazioni, devono essere in grado di assumersi responsabilità, dal punto di vista tecnico, relazionale ed educativo, dell’assistenza infermieristica generale in risposta ai problemi di salute della persona e della collettività e sotto il profilo preventivo, curativo, palliativo e riabilitativo, con riferimento alla prevenzione delle malattie, all’assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e all’educazione sanitaria;
Possono essere ammessi al CLD candidati che siano in possesso di Diploma di Scuola Media Superiore quinquennale o di titolo estero equipollente.
Strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nella assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero professionale
Per essere ammesso alla prova finale di Laurea Specialistica, lo studente: deve avere acquisito i CFU previsti dal piano di studi, avere regolarmente frequentato tutti i corsi integrati; avere superato tutti gli esami previsti; Alla valutazione dell’esame finale è preposta una Commissione di nomina rettorale, composta da non meno di 7 e non più di 11 membri.
L’articolazione e l’organizzazione delle attività professionalizzanti sono approvate dal Consiglio di Corso. Tali attività devono svolgersi attraverso forma di didattica a piccoli gruppi, sotto la responsabilità di un tutor. I CFU previsti nel tirocinio, per il carattere direttamente professionalizzante e pertanto correlati allo specifico settore scientifico disciplinare, afferiscono all’ambito disciplinare proprio di ciascuna professione sanitaria compresa nella classe.

L’articolazione e l’organizzazione delle attività professionalizzanti sono approvate dal Consiglio di Corso. Tali attività devono svolgersi attraverso forma di didattica a piccoli gruppi, sotto la responsabilità di un tutor. I CFU previsti nel tirocinio, per il carattere direttamente professionalizzante e pertanto correlati allo specifico settore scientifico disciplinare, afferiscono all’ambito disciplinare proprio di ciascuna professione sanitaria compresa nella classe.
Parere parti sociali
Nominativi docenti di riferimento
Nominativi tutor
Altre attività formative
Organizzazione
Servizi
Nominativi studenti
Sintesi questionario laureandi Consultare direttamente i report dettagliati dell'indagine di ALMALAUREA sul Profilo dei Laureati e sulla Condizione Occupazionale al link http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104000000004
Sintesi questionario studenti La sintesi dei risultati per l'anno 2009/2010 prodotta dal Comitato d'Ateneo per la Qualità della Didattica è consultabile al link http://s3grt.unich.it/index.php?vista=anno
Percentuale laureati Consultare direttamente i report dettagliati dell'indagine di ALMALAUREA sul Profilo dei Laureati e sulla Condizione Occupazionale al link http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104000000004