FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Corso di laurea: OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O)

Ordinamento Laurea triennale (DM509)
Classe SNT/1 Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica
Accesso Per essere ammessi al Corso di Laurea in Ostetricia occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. E’ altresì richiesto il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale secondo quanto previsto dalle normative vigenti relative all’accesso ai corsi a numero programmato a livello nazionale. L'ammissione degli studenti al Corso di Laurea in Ostetricia avviene previo superamento di apposita prova sulla base delle disposizioni di appositi decreti ministeriali relativi alle modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi universitari ad accesso programmato a livello nazionale. Il numero programmato di accessi al primo anno di corso è definito ai sensi della normativa nazionale, tenendo conto delle risorse in termini di personale docente, esercitatori, aule, laboratori per la didattica preclinica e posti letto necessari al conseguimento degli obiettivi formativi professionalizzanti. Per l'A.A. 2009/2010 il numero di iscrivibili al primo anno, concesso dal ministero, è stato pari a 10 cittadini italiani, comunitari e non comunitari residenti in Italia + 6 cittadini non comunitari residenti all'estero + 1 cittadino Cinese del Programma Marco Polo. Alla prova di ammissione sono risultati effettivamente presenti 92 candidati.
Durata 3 anni
Frequenza È prevista obbligatorietà di frequenza alle attività didattiche in ogni loro tipologia, formale (ADF), opzionale (ADO), integrativa (AI), formativo - professionalizzante (AFP) e di tirocinio. In particolare, e fatto salvo quanto espressamente contemplato dalle norme regolamentari, l’ammissione all’anno successivo sarà consentito esclusivamente agli studenti che abbiano ottenuto almeno il 70% di frequenza alle attività didattiche frontali di ciascun Corso Integrato.
Curricula Percorso formativo unico descritto dal Regolamento didattico.
Piano didattico/Elenco insegnamenti
Modalità erogazione didattica Convenzionale
Organizzazione didattica Semestre
Titolo rilasciato Laurea in Ostetricia
Utenza sostenibile Per l'A.A. 2010/2011 l'utenza sostenibile dal corso è pari a 30 unità.
Max numero crediti riconoscibili Gli studi compiuti presso Corsi di Laurea in Ostetricia di altre Sedi universitarie della Unione Europea nonché i crediti conseguiti sono riconosciuti con delibera del Consiglio del Corso di Laurea (CCL) previo esame, da parte dell’apposita Commissione, del curriculum trasmesso dalla Università di origine e dei programmi dei corsi in quella Università accreditati. I crediti conseguiti da uno Studente che si trasferisca al CLI da altro Corso di Laurea della stessa o di altra Università possono essere riconosciuti dopo un giudizio di congruità, espresso dall’apposita Commissione, con gli obiettivi formativi di uno o più insegnamenti compresi nell’ordinamento del CLI.
Sede Campus Universitario di via dei Vestini, 31 – 66100 Chieti scalo
Presidente corso di laurea Prof.ssa Margherita Forcucci
Date utili Come indicato nell' Avviso Ministeriale del 6 aprile 2010, la prova di ammissione al corso di laurea è programmata a livello nazionale per l'8 settembre 2010. Nei bandi sono indicati sia le modalità e i tempi per l'effettuazione della preiscrizione alle prove di ammissione, sia le modalità e i tempi per l'iscrizione ai corsi dei candidati che risulteranno idonei.
Costi
Sito del corso http://www.medicina.unich.it
I laureati nella Classe dovranno (devono):
•possedere conoscenze nelle scienze di base e cliniche ai sensi delle direttive 80/154 ed 80/155/CEE all’esercizio della professione di Ostetrica/o per la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto il loro intervento preventivo e terapeutico;
•avere un livello di autonomia professionale, decisionale ed operativa derivante da una formazione teorica e pratica che includa anche l'acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro.
•saper acquisire le metodologie di intervento proprie dello specifico profilo professionale;
•essere dotati di conoscenze rispetto alle dimensioni etiche, deontologiche e giuridiche del loro operato, oltre che di capacità relazionali da esprimere sia nella relazione di aiuto con gli assistiti che nell'integrazione con le diverse figure professionali;
•essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.
L'accesso al I anno sarà subordinato al superamento di una prova di ammissione che consiste in quiz a risposta multipla su elementi di Biologia, Chimica, Fisica/Matematica, Logica e cultura generale.
I laureati in ostetrica/o svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.
L’esame di Laurea consiste:
- nella dimostrazione di abilità pratiche attraverso una prova, nella quale lo Studente deve dimostrare la capacità di gestire una situazione proposta sotto l’aspetto proprio della professione
- nella discussione di un elaborato su un tema assegnato e redatto sotto la guida di un Docente del Corso di Laurea (Tesi di Laurea).

L’esame finale ha valore di esame di Stato abilitante all'esercizio professionale e si svolge in due sessioni per anno solare come da indicazioni ministeriali emanate annualmente, di norma nei mesi di Ottobre/Novembre e Marzo/Aprile.
Durante i tre anni di Corso di Laurea lo studente è tenuto ad acquisire specifiche professionalità. A tale scopo, lo Studente dovrà svolgere attività di tirocinio formativo-professionalizzante frequentando le strutture del Servizio Sanitario Nazionale e istituzioni private accreditate identificate dal CCL e convenzionate con la Facoltà di Medicina dell’Ateneo nei periodi dallo stesso definiti, per un numero complessivo di almeno 58 CFU nel triennio.
Tali attività rappresentano una forma di attività didattica tutoriale allo scopo di favorire l'apprendimento clinico di competenze intellettive, comunicative e gestuali che comporta per lo Studente l’esecuzione di attività pratiche con ampi gradi di autonomia professionale, decisionale e operativa, a simulazione dell’attività svolta a livello professionale.
Il piano formativo di ogni studente, riferito all’insegnamento clinico è registrato nel libretto approvato dal Consiglio di Corso.
Il tirocinio deve essere frequentato obbligatoriamente nei tempi e nei modi previsti all’inizio dell’anno accademico.
Parere parti sociali
Nominativi docenti di riferimento
Nominativi tutor
Altre attività formative
Organizzazione
Servizi
Nominativi studenti
Sintesi questionario laureandi Consultare direttamente i report dettagliati dell'indagine di ALMALAUREA sul Profilo dei Laureati e sulla Condizione Occupazionale al link http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104050400002
Sintesi questionario studenti La sintesi dei risultati per l'anno 2009/2010 prodotta dal Comitato d'Ateneo per la Qualità della Didattica è consultabile al link http://s3grt.unich.it/index.php?vista=anno
Percentuale laureati Consultare direttamente i report dettagliati dell'indagine di ALMALAUREA sul Profilo dei Laureati e sulla Condizione Occupazionale al link http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0690104050400002